Cell. +39 333.8604095

Il nostro organismo ricava l’energia di cui ha bisogno, per svolgere tutte le sue funzioni, dalla nutrizione, unita a un corretto apporto di ossigeno. A sua volta elimina le scorie metaboliche attraverso l’intestino, i reni, i polmoni e la pelle. Molte di queste scorie sono acide, per cui vanno neutralizzate da sostanze basiche per essere eliminate; questo compito è svolto principalmente da vitamine e sali minerali. La situazione ideale nel nostro organismo è rappresentata da un equilibrio tra sostanze acide e basiche. Spesso però capita che venga a mancare questo equilibrio e ciò è dovuto a una serie di fattori: insufficiente apporto di liquidi, vita sedentaria, stress, alcol, fumo, insufficiente apporto di alimenti alcalinizzanti ed eccesso di alimenti acidificanti. Proprio le abitudini alimentari, sempre più diffuse soprattutto nei paesi industrializzati, giocano un ruolo principale, prevedendo un consumo sempre maggiore di carni, formaggi, salumi, dolci, farinacei (alimenti acidificanti) e un apporto carente di frutta e verdura (alimenti alcalinizzanti). Non bisogna confondersi: molti alimenti, pur essendo acidificanti, sono indispensabili nella nostra alimentazione e non vanno eliminati, ma devono essere compensati con l’assunzione di alimenti alcalinizzanti; ad esempio, una porzione di 100g di manzo va accompagnata con 125g di cavolo. Oltre ad un’ alimentazione completa, bisogna ricordare di bere quotidianamente 1.5-2 litri di acqua, limitando il più possibile alcolici e caffè, e passeggiare all’aria aperta, migliorando così l’apporto di ossigeno. Anche una semplice e rilassante sauna aiuta a eliminare le scorie metaboliche acide.

I tanti progressi tecnologici, le comodità della vita moderna e i lavori che svolgiamo sempre più sedentari ci portano a faticare meno sia in casa che fuori, riducendo il nostro consumo di energia fisica. Siamo convinti di non avere tempo da dedicare al nostro corpo, ma se davvero lo vogliamo qualche momento per fare un po’ di sano movimento lo possiamo trovare. Perché è importante l’attività motoria? Da una parte aumenta il consumo di energia a spese del tessuto adiposo e dall’altra sviluppa la massa magra muscolare, rafforzando i muscoli e rendendoli più tonici. Il nostro corpo, come qualsiasi altra macchina, ha bisogno di “manutenzione” per funzionare bene e durare più a lungo; per questo, oltre a seguire un’alimentazione varia ed equilibrata, è necessario svolgere attività fisica. Si può praticare uno sport, o camminare a ritmo spedito più volte la settimana; ci si può iscrivere a un corso di aerobica in palestra o decidere di spostarsi in bicicletta e fare le scale quanto più possibile... l’importante è non cadere nella sedentarietà! Fare attività fisica non solo aiuta a ridurre il peso e rassodare i muscoli, ma è un ottimo strumento per smaltire lo stress e l’ansia accumulata durante il giorno, migliora la circolazione sanguigna, favorisce il sonno e aumenta la nostra autostima. Perciò diamoci una mossa e non sprechiamo altro tempo: la nostra salute non aspetta.

Tra qualche giorno entreremo nel vivo della magica atmosfera natalizia: ci scambieremo auguri, regali e buoni propositi per il nuovo anno. Una delle gioie più grandi in queste festività, per molti di noi, risiede nei piaceri della tavola! Purtroppo, però, se da una parte cenoni, pranzi in famiglia e feste con gli amici porteranno allegria e serenità, dall’altra ci faranno iniziare il nuovo anno con un paio di chili in più. Tutto ciò capita perché ovviamente mangiamo molto più del necessario; infatti, quello che assimiliamo soltanto durante il pranzo natalizio, ad esempio, è pari al nostro fabbisogno energetico per un giorno intero, se non addirittura due (curiosità: una bella fetta di pandoro, equivale in termini calorici a un bel piatto di pasta con il pomodoro). Questo effetto spiacevole, si può però evitare con qualche piccolo accorgimento.
-Limitare le quantità ed evitare di fare il bis
Vale la regola di mangiare “di tutto un poco”, in modo da poter gustare di tutte le pietanze, ma senza esagerare. Per chi è ai fornelli non preparare cibo in eccesso, vi ringrazieranno non solo la linea dei vostri ospiti, ma anche il vostro portafoglio.
-Giorno di festa e giorno “di riposo”
All’infuori di pranzi e cenoni, per gli altri pasti e nei giorni intermedi alle feste evitare tutti gli alimenti ipercalorici, compresi alcolici e superalcolici. Cucinare piatti con porzioni ridotte, a base di cereali integrali, verdura, frutta e ricordare sempre di bere almeno due litri di acqua al giorno.
-Pensare un “menù più leggero”
Per quanto è possibile e senza voler stravolgere troppo le tradizioni di ogni famiglia, si possono adottare alcuni cambiamenti per alzarsi da tavola senza un fastidioso gonfiore addominale e malessere intestinale: cucinare pesce, invece che carne, se a quest’ultima proprio non si vuole rinunciare preferire quella bianca al posto di quella rossa, accompagnare i piatti con tanta verdura sia cotta che cruda e preparare macedonie colorate invece che torte elaborate.
-Non dimenticare il movimento
Nei giorni di festa, senza dover lavorare e senza ritmi frenetici, evitiamo di spostarci sempre in macchina e prendiamoci un po’ di tempo per una passeggiata pomeridiana, un giro in campagna o in montagna.

Anche quest'anno, dopo una lunga estate, è giunto il momento di togliere il cappotto dall'armadio, indossare berretto e sciarpa e affrontare l'arrivo dell'inverno. Con le sue basse temperature, la stagione invernale ci porta spesso a fare i conti con influenza, mal di gola, tosse, raffreddore...
Si può cercare di prevenire i vari malanni scegliendo bene i cibi da portare in tavola.
Ricordando sempre di acquistare frutta e verdura di stagione, riempiamo la borsa della spesa con arance, kiwi, cavolo, cavolfiore, cavoletti di Bruxelles, zucca, carote, ...cibi ricchi di vitamine (in particolare A, C, E) e minerali che stimolano le difese immunitarie, favorendo una risposta anticorpale. Controlliamo che in casa non manchino mai aglio e cipolla, perché oltre a rendere più saporiti i nostri piatti hanno importanti proprietà antisettiche e antinfiammatorie. Per affrontare, poi, le rigide temperature assumiamo qualche bevanda calda: una tazza di latte al mattino per colazione, un tè o una tisana il pomeriggio o la sera dopo cena. Prepariamo zuppe e minestroni a base di legumi o cereali quali orzo, riso, farro, che aiutano a dare energia e calore al nostro corpo. Infine per mantenersi in salute è importante continuare a svolgere un po' di movimento, quindi, coprendosi bene, una bella passeggiata nelle ore centrali del giorno è sempre raccomandabile: migliorerà non solo il nostro umore, ma anche l'assorbimento di vitamina D, che assumiamo principalmente attraverso la luce solare.