Cell. +39 333.8604095

Passiamo sempre meno tempo nella natura che ci circonda e tanto meno perdiamo tempo a guardare cosa cresce davanti ai nostri occhi, quali erbe ci sono, come sono fatte e se magari possiamo utilizzarle in cucina per rendere più gustoso e salutare un piatto.

Il mondo delle erbe è ormai un mondo dimenticato: negli ultimi tempi si sta riscoprendo il loro uso dal punto di vista fitoterapico, ma abbiamo perso quasi del tutto il loro utilizzo gastronomico.

Un tempo non era così e le generazioni passate, che vivevano molto più immerse nella natura rispetto a noi oggi, avevano imparato, attraverso l’esperienza quotidiana, che si tramandava in ogni famiglia, a usare continuamente le erbe spontanee che avevano disposizione.

In un mondo super industrializzato, con degli alimenti sempre più manipolati e trasformati, ne va della nostra salute e del nostro benessere riscoprire la cucina povera di una volta, basata su pochi ingredienti, ma di qualità, economici e facilmente reperibili.

Cerchiamo di risvegliare il nostro palato, ormai abituato, purtroppo, alla verdura già pronta venduta nelle buste al supermercato, e facciamogli riscoprire i sapori e gli odori di una bella insalata mista fatta con ortaggi freschi e di stagione, arricchita con erbe selvatiche.

In cucina potremo imparare a usare, ad esempio:

  • Tarassaco - Ha proprietà digestive, antinfiammatorie ma soprattutto diuretiche.
    I suoi fiori gialli possono essere aggiunti a una bella insalata primaverile, mentre le sue foglie possono essere messe in una zuppa, oppure usate per fare una frittata o semplicemente stufate in padella con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio.- Borragine = ha una potente azione antinfiammatoria ed è utile anche in chi soffre di diabete.
    Si possono usare sia le foglie passate in padella, oppure inserite in una torta salata o messe in un impasto, sia i suoi fiorellini blu utilizzati magari anche per decorare un dolce.
  • Cicoria (selvatica) - È una pianta amica del fegato, detossificante e depurativa.
    Si può abbinare ai legumi, usarla come accompagnamento per una bella fetta di pecorino o mangiare con pomodori, carote o patate.
    Scegliamo noi cosa aggiungere ai nostri piatti, guardando cosa ci offre la natura in ogni stagione.